Roghudi - GuidaCalabria

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Roghudi

Paesi di montagna

Anche se la sua posizione geografica è stata sempre uno dei motivi d’impedimento per il suo sviluppo economico e sociale la vecchia Roghudi sorge in uno dei luoghi più selvaggi e belli della regione, su di uno sperone roccioso al centro del lotto della grande fiumara Amendolea, a 527 metri sul livello del mare, sovrastata da altri 1500 metri di montagna dell’Aspromonte. Oggi il paese è quasi deserto, vi è rimasto solo qualche pastore da quando tantissime frane inarrestabili hanno costretto i roghudesi ad andarsene ed a fondare la Nuova Roghudi. Il vecchio centro attrae per i suoi vicoli, tetti, balconi, catoi, scalette. C’è poi la frazione di Ghorio di Roghudi dove ci sono alcuni intagliatori, i quali creano molti utensili da cucina dai motivi della tradizione grecanica come stampi per dolci e le bravissime tessitrici di ginestra. Ottimi per qualità i formaggi che si trovano ed in cucina la capra bollita con odori, o la capra al ragù ed i dolci a base di frutta nel periodo natalizio. Essi adorano come patrona la Madonna delle Grazie per Roghudi e la Madonna dell’Annunziata per la frazione di Ghorio. Inoltre i roghudesi sono molto devoti alla Madonna delle Catene.



 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu