Palmi - GuidaCalabria

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Palmi

Itinerari Mare

Località del reggino offe al turista belle spiagge e ospita il Museo Calabrese di Etnografia e Folklore. L'abitato è dominato dal Monte Sant'Elia, anch'esso meta turistica. E' una cittadina ricca di tradizioni e di impareggiabile bellezza paeseggiastica. Il suo nome originario era Palma. E' divenuta un centro attivo del commercio e delle industrie dopo il XV secolo. Distrutta da un terremoto nel 1783, ha avuto, poi, la sua rinascita dal 1816. Richiama migliaia di persone allorchè, l'ultima domenica di agosto, si celebra la famosissima festa della "Varia", nome del carro o macchina da festa votiva con cui si celebra la Madonna della Sacra Lettera. Dal punto di vista culturale è famosa per aver dato i natali ad uomini illustri come Leonida Repaci al quale è intitolata la Casa della Cultura ed a Francesco Cilea, uno dei musicisti più grande d'Italia di cui ricordiamo, tra le sue grandi opere: "L'Arlesiana" e "Adriana Lecrouvreur" considerata il suo capolavoro. Ed anche per averli dati a Francesco Arcà, avvocato, saggista, uomo politico che ha condotto una battaglia instancabile per l'elevazione della Calabria. I turisti vengono qui richiamati, anche, per le diverse manifestazioni e sagre che si tengono durante il corso dell'anno e in agosto quando si rinnova la tradizione della caccia al pescespada o per ammirare il famoso "scoglio dell'ulivo" in località Tonnara.



 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu