Locri - GuidaCalabria

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Locri

Itinerari Mare

Centro importante della "Costa dei Gelsomini", è stata una importante colonia Magno-Greca. Si dice che il suo primo nucleo abitato fosse presso il promontorio Zefirio, oggi Capo Bruzzano, da cui prese l'antico nome Locri Efizephiri. Della sua antica grandezza rimangono, oggi, resti di mura del tempio jonico Marasà e di quello dorico di Marafioti; il Teatro Greco-Romano; una vasta necropoli e la "Teca di Pietra". Si dice che Locri Epizefirii fosse la città delle donne. Non a caso, a Locri, fiorì Nisside, una delle più famose poetesse del mondo greco, e sempre li sorse il grande santuario di Persefone, la dea sposa di Ade, protettrice delle unioni coniugali. Oltre ad attrarre per il patrimonio culturale ed artistico, è, nel periodo estivo, meta turistica in quanto vanta varie attività artigianali. Possiede numerosi impianti ricettivi e balneari ed è pure orgogliosa perchè annovera tra i suoi figli Zaleuco, autore del primo codice di leggi scritte. Da ammirare anche dei quadretti votivi detti "Pinakes" che si trovano nel suo Antiquarium e che offrono il ritratto dell'ambiente locrese dell'epoca.



 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu