Bagnara - GuidaCalabria

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Bagnara

Itinerari Mare

E' costituita da una parte vecchia del paese che conserva le caratteristiche tipiche dei borghi marinari, col porticciolo pieno di imbarcazioni dai molti colori e una parte moderna dove sorgono gli stabilimenti balneari. Il suo nome deriva dall'antica Balnearia. Nel corso degli anni ha subito diversi terremoti. E' oggi un centro importante del tirreno per la pesca del pescespada alla quale si dedicano numerose cooperative, cucinato con passione insieme ad altre specie di pescato del mare locale come le spatole, le alici, le aguglie, nel rinomato ristorante "La Taverna del Pirata". Quando si parla di Bagnara è doveroso citare la figura della "bagnarota" in quanto le donne del luogo svolgevano una volta lavori faticosi riservati agli uomini soprattutto si dedicavano al contrabbando del sale portandolo ben nascosto dalla Sicilia in Calabria sotto le vesti. Da ammirare per qualsiasi visitatore le sue chiese: la Chiesa Madre, quella del Carmine e della confraternita del Rosario, dove si conservano opere d'arte molto significative. E' motivo di richiamo anche per il suo mare incantevole, per le sue bellezze naturali e per un altro suo prodotto tipico: il torrone, di ottima fattura, lavorato artigianalmente secondo la più antica tradizione. E' per aver dato i natali allo stocico Luigi Visalli e alla famosa cantante Mia Martini.



 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu