Aieta - GuidaCalabria

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Aieta

Paesi di montagna

Aieta dista poco più di 10 km da Praia a Mare, ma la strada per arrivare non è della più agevoli a causa della numerose curve. E’ uno dei più antichi feudi della Calabria. Il primo nucleo sorse sul quasi inaccessibile monte Calimaro, successivamente venne trasferita nella sede attuale sviluppandosi attorno alla chiesa di S. Nicola di rito greco. Dopo esser passato per vari Signori, il feudo fu venduto dai Cosentino ai Principi Spinelli di Scalea. Da vedere il palazzo feudale di recente sottoposto a un accurato restauro, è una delle costruzioni meglio conservate dell’Italia Meridionale. Nella chiesa parrocchiale della Visitazione si trova il dipinto a olio raffigurante la Madonna del Carmine, di Dirk Hendrcksz; la grande tavola con la Visitazione del XVI secolo e altri oggetti di valore artistico e storico. Ad Aieta il turista viene preso per la gola visto che essa è famosa per i salumi: dalla salsiccia al prosciutto di maiale; anche se la sua specialità sono i capicolli. Tra le tante altre cose da gustare aietane: la ricotta, spesso impiegata per imbottire i ravioli fatti in casa, ed il formaggio pecorino preparato con metodi antichi. Per non parlare poi del fagiolo bianco, che nell’800 era addirittura quotato nella Borsa di Napoli. Da queste parti lo chiamano poverino e bianco, perché la raccolta è sempre povera, nonostante se ne piantono molti. Rinominata inoltre, la sua carne di capretto impiegata a preparare i fusilli al sugo di capra ed il capretto ”imbitturiato”.


 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu